Norma UNI 7697  – 2014 Criteri di Sicurezza e Applicazioni Vetrarie

Si porta a conoscenza che dal 22 maggio 2014 sono state apportate alcune modifiche alla Norma UNI 7697 , approvate il 4 giugno u.s. ( classe prestazionale dei vetri) e nella fattispecie delle chiusure trasparenti ( finestre e portefinestre, sopraluce ecc. ) dovranno osservare le seguenti caratteristiche di sicurezza:
Per le chiusure al di sopra di metri 1,00 dal piano di calpestio Vetro stratificato classe minima 2B2 o in alternativa Vetro temperato classe minima 1C3.

norma uni 7697

Per le chiusure al di sotto di metri 1,00 dal piano di calpestio
Vetro stratificato : classe minima 1B1 o in alternativa Vetro temperato classe minima 1C3.

Di seguito riportiamo quanto modificato dalla nuova stesura della norma UNI 7697 – 2014 Obbligo di installare lastre interne di sicurezza (temprate o stratificate) anche in finestre residenziali dove il vetro sia posto ad altezza maggiore di 1 metro dal piano di calpestio;
Obbligo di installare lastre interne ed esterne di sicurezza (temprate o stratificate)
anche in finestre residenziali dove il vetro sia posto ad altezza minore di 1 metro dal piano di calpestio;
Obbligo di installare lastre interne ed esterne di sicurezza (temprate o stratificate) in portefinestre residenziali anche dove il vetro sia posto ad altezza maggiore di 1 metro dal piano di calpestio (e quindi ad ogni altezza);
Obbligo di installare lastre esterne di sicurezza (temprate HST o stratificate) in tutti i casi dove sia presente il rischio di caduta di pezzi di vetro nel vuoto e sopra i 4 metri dal piano di terra dell’edificio.
Fonte : Uni – Ministero delle attività produttive

Tutte le nostre finestre saranno dotate di vetro stratificato o temperato ove dovuto secondo la nuova norma UNI 7697 – 2014.

Aggiornamento norma UNI 7697 – 2014 del 25 Luglio 2014

Al momento la Norma UNI 7697  resta in vigore, ma si dà contestualmente il via alla sua revisione su (sostanzialmente) tre punti:
1) Chiarimento sull’uso delle vetrazioni temprate HST
2) Chiarimento su diverse incongruenze nelle prestazioni delle vetrate presenti oggi nei prospetti in Norma
3) Inserimento nel testo di norma di un periodo di proroga di 6 mesi a decorrere dall’entrata in vigore della norma attuale (22 Maggio) per i contratti sottoscritti prima del 22 Maggio 2014.
Quest’ultimo punto, in particolare, pur non potendosi equiparare ad un normale periodo di adeguamento, dovrebbe tuttavia consentire al serramentista di sentirsi tutelato sul fronte della responsabilità; per cui, in caso di contestazioni, potrà dimostrare (quando la Norma revisionata uscirà, tra non meno di 3-4 mesi) che la commessa si trovava ancora nel periodo di applicazione della precedente norma UNI 7697  del 2007.